Open Space Palazzo Tasso Bergamo - Castello degli Angeli

Vai ai contenuti
***
PALAZZO TASSO
BERGAMO
300 MQ OPEN SPACE E UFFICIO PRIVATO NEL CUORE DI BERGAMO IN PALAZZO STORICO
Il palazzo fu edificato tra il 1480 e il 1520 da Domenico Tasso, rappresentante illustre della famiglia. I Tasso abitarono il palazzo fino alla fine del 1700 ospitando due volte il poeta Torquato Tasso che restò sempre affezionato alla città orobica.
STORICO OPEN SPACE A BERGAMO
In uno dei borghi storici più rinomati di Bergamo si trova il prestigioso open space di Palazzo Tasso. Uno spazio antico che riprende vita grazie al recente intervento di manutenzione per aprire a eventi aziendali, meeting, mostre, shooting, coworking, atelier e ufficio. Dotato di ingresso privato su giardino, toilette, dismpegno, corrente elettrica, acqua e riscaldamento autonomo è caratterizzato da soffitto a volte, mattoni a vista, antico colonnato e punti luce naturali.

Info Palazzo Tasso
CARATTERISTICHE

250 mq Open space
Ingresso
1 Bagno
Ripostiglio
Disimpegno
Posto auto
SUGGESTIVO E FUNZIONALE

Soffitto a volte con mattoni a vista
Antico colonnato
Pavimentazione in parquet
Punti luce naturale dal soffitto
Corrente elettrica 230 volt
Riscaldamento autonomo
PERCHE' AFFITTARE QUESTO SPAZIO A BERGAMO?

CONFERENZE

MOSTRE

COWORKING

SHOOTING

MEETING

RIUNIONI
Il palazzo fu edificato dalla famiglia Tasso con molteplici finalità, infatti fu abitazione privata, luogo della loro attività di servizio postale e tappa di servizio ai viaggiatori da Bergamo a Venezia. Nel secolo successivo divenne collegio femminile poi scuola privata quindi esposizione di armi e armature antiche. Nel 1909 il plazzo accolse la nascita del musicista Gianandrea Gavazzeni e in tempi più recenti venne istituita la sede del prestigioso Seminario Veronelli fondato da Luigi Veronelli, il padre della critica gastronomica italiana.

Documenti Storici Palazzo Tasso Bergamo
Lo stemma dei Tasso campeggia fiero sopra il portone e vi si leggono chiaramente le lettere (D.T.) che stanno per Domenico Tasso. La scritta comese et eques ricorda il titolo di conte e cavaliere apostolico conferitogli da papa Giulio II nel 1512 e di cui Domenico andava particolarmente fiero. Una nuova lapide, apposta dal Comune di Bergamo certifica il  soggiorno del poeta Torquato Tasso a Bergamo e precisamente in questo palazzo sia nel 1556 che nel 1587.
CONTATTACI
PER MAGGIORI INFORMAZIONI







Torna ai contenuti