BLOG DI CASTELLO DEGLI ANGELI - Castello degli Angeli

Vai ai contenuti

Risotto asparagi e salmone

Castello degli Angeli
Pubblicato da Maikol Zinetti in Ricette · 20 Aprile 2021
Tags: asparagisalmoneprimopiattoricettacastellodegliangelitradizioneitalianacucinaitaliana
Gli asparagi vantano ottime proprietà nutrizionali, depurative e stimolano sensibilmente la filtrazione renale. Ecco una ricetta primaverile che soddisfa il palato e porta benessere all'organismo. Leggi come preparare Risotto agli asparagi e salmone affumicato.


Si consiglia l'acquisto di asparagi freschi: durante la primavera e l'estate sono ortaggi stupendi. Scegliere asparagi dal fusto abbastanza spesso perchè hanno più polpa, i turioni devono presentarsi turgidi, dritti, elastici e con la gemma ben chiusa.

CONSIGLI PER PULIRE GLI ASPARAGI
  1. Lavare gli asparagi
  2. Eliminare la porzione di corteccia con un pela-patate fino a ottenere un prodotto  completamente edibile
  3. Tagliare le cime degli asparagi  separandole dal gambo
  4. Bollire i gambi in acqua calda e a fine cottura aggiugnere le punte: la cottura della porzione più tenera corrisponde a una manciata di minuti, mentre quella dei gambi si può  protrarre anche per il triplo del tempo.

RISOTTO ASPARAGI E SALMONE AFFUMICATO

INGREDIENTI
  • 240 gr
  • Asparagi n. 10
  • Vino bianco 1 bicchiere
  • Salmone affumicato 200 gr
  • Parmigiano grattugiato 100 gr
  • Burro 80 gr
  • Olio EVO Q.B.
  • Brodo vegetale per 1 lt di brodo
  • Sale Q.B.
  • Pepe Q.B.

PREPARAZIONE
In una pentola mettete a bollire 1 lt di acqua con il sedano, carote, cipolle, una foglia di alloro, bacche di ginepro e prezzemolo per un gustoso brodo vegetale.


In un tegame rosolate in olio EVO e soffritto, aggiungete gli asparagi precedentemente tagliati a tocchetti e precotti. Cuocere per alcuni minuti  a fuoco vivo.
Aggiungete e tostate il riso per un paio di minuti, poi sfumate con il vino bianco e lasciate evaporare.
Aggiungete al riso 3 mestoli di brodo e a metà cottura incorporate il salmone tagliuzzato.

A cottura ultimata e a fiamma spenta mantecate con burro e parmigiano. Sistemate di sapore con sale e pepe a piacere.

Il cibo è cultura quando si produce, si crea, si prepara, si trasforma, si consuma e quando si sceglie. Ecco perchè il nostro chef ama la classica cucina italiana e attraverso i suoi piatti offre occasioni di condivisione e piacere a tavola.

SEGUICI
OGNI SETTIMANA CONSIGLI PER ORGANIZZARE IL TUO EVENTO PERFETTO!
    
Buon Appetito!



Torna ai contenuti