BLOG DI CASTELLO DEGLI ANGELI - Castello degli Angeli

Vai ai contenuti

Quale musica al matrimonio?

Castello degli Angeli
Pubblicato da Sara Volontieri in Wedding · 28 Marzo 2021
Tags: Locationmatrimonio;CastellodegliAngeli;musicamatrimonio;SartoriadellaMusica
La musica è un elemento importantissimo in un matrimonio ma come scegliere quella giusta? Quali sono gli errori da evitare? Leggi i consigli dei nostri esperti collaboratori!

Leggi i consigli de La Sartoria della Musica con Miki la sarta artigiana dedicata al confezionamento, Paolo il sarto dell'imbastitura dei tessuti musicali e Steve il sarto artigiano di laboratorio.

QUALE MUSICA E' IDEALE PER IL NOSTRO MATRIMONIO?
La risposta va ricercata nell’intenzione di valorizzare le grandi emozioni che si sprigionano in questo giorno così particolare, fissandole per sempre nella memoria.

La musica, più di tutte le altre forme d’arte, ha un potere talmente evocativo che a distanza di decenni, una sposa che ascolta un brano suonato al suo matrimonio può immediatamente rivivere le scene di passione, speranza, attesa, gioia e condivisione vissute in quel giorno indimenticabile.

Proprio come l’allestimento floreale o l’abito, la musica è un elemento fondamentale per esprimere i sentimenti degli sposi, la loro personalità, ma anche per far rilassare i loro ospiti e generare energia positiva e accogliente.
 
1. LA MUSICA E' RITMO

Foto Francesco Brunello

Teniamo presente che la giornata del matrimonio è molto lunga anche per gli ospiti più resistenti quindi la musica è un validissimo alleato per creare ritmo durante il vostro wedding day e differenziare i vari momenti: dall'aperitivo al pranzo o cena, dal taglio torta alla festa finale.

2. LA MUSICA E' ATMOSFERA
Le differenze possono riguardare lo stile e i generi musicali, il fatto che sia suonata da musicisti live o riprodotta da un DeeJay, il posizionamento degli impianti audio e in generale tutto ciò che crea la giusta dinamica alle orecchie degli invitati.

L’importante è mantenere l’atmosfera conviviale con un sottofondo che possa incuriosire gli astanti con proposte eleganti, a volte inaspettate, ma sempre riconoscibili.


Sicuramente scegliere canzoni famose e di facile appeal è utile tuttavia occorre seguire un filo conduttore dell'evento in accordo con letà e i gusti di chi ascolta, creando armonia e alternanza per non annoiare.

Dato che a un ricevimento di nozze sono presenti persone di tutte le età il nostro suggerimento è di offrire un mix di brani standard internazionali e classici italiani, attuali e datati, rivisitati e personalizzati.

3. RAPPORTO TRA LOCATION E MUSICA
La location ha una forte incidenza sugli aspetti tecnici che riguardano la musica, come il numero e il tipo di impianti di amplificazione, la formazione dei musicisti, l’illuminazione, la logistica delle postazioni nei vari momenti, non ha molta attinenza con la scelta dei generi musicali che vengono delineati dai gusti degli sposi e dei loro ospiti.

E' interessante giocare sui contrasti e valorizzare delle particolarità.

Foto Eugenio Luti
Ad esempio la scelta di un brano dance anni '90 per l'ingresso degli sposi nella regale sala del Castello degli Angeli è una scelta divertente, inattesa e coinvolgente!

Ha sicuramente molto valore la collaborazione con ottimi service audio e luci che oltre alla perfezione acustica valorizzino al meglio la performance e il layout dell'ambientazione.

Foto Dell'Utri

Fantastica esperienza nel 2020 in occasione del PicNic a Castello degli Angeli, l'area Dioniso con le luci studiate dal Service SGlighting di Giambattista Scarpellini è diventato un luogo magico e la nostra musica ha avvolto tutti con un'energia eccezionale.

4. ASSOLUTAMENTE NO
Evitate la situazione villaggio turistico: è bene ricordare che avremo di fronte a noi ospiti di gusti eterogenei ed età diverse, ci si può divertire moltissimo con musica sana e giusta, coinvolgendo tutti attraverso un percorso musicale partendo per esempio da brani twist/Rock ’n’ Roll, passando dagli anni 70 e via via salendo come epoca fino ai giorni nostri.
Il Deejay, un pò psicologo, deve capire in ogni momento cosa suonare, osservando bene chi ha davanti a sé e come reagisce/interagisce alle canzoni.

Ovviamente gli sposi hanno molto da dire e consigliare con le loro preferenze e perché conoscono bene i propri invitati. La progettazione dell’evento passa imprescindibilmente da questo capitolo perchè i protagonisti di questa lunga, emozionante e fantastica giornata sono sempre e solo gli sposi.

SEGUICI
OGNI SETTIMANA CONSIGLI, CURIOSITA', IDEE PER IL TUO EVENTO!
     
We work for dream!



Torna ai contenuti