BLOG DI CASTELLO DEGLI ANGELI - Castello degli Angeli

Vai ai contenuti

Il galateo del matrimonio: regole di bon ton

Castello degli Angeli
Pubblicato da Sara Volontieri in Wedding · 29 Luglio 2021
Tags: matrimoniogalateotradizionesposiconsigli
Lo sapevi che esiste un bon ton del matrimonio? Si tratta di un’insieme di regole di galateo che fa riferimento proprio a questo evento e risponde a ogni dubbio di sposi e invitati.

Con Galateo si intende il complesso delle regole da seguire per comportarsi educatamente nei rapporti sociali. Anche il settore nozze ha il proprio e, sebbene sembri un concetto “antico”, esso contribuisce a rendere raffinato e piacevole il grande giorno.

Se sei curioso di scoprire queste “norme” comportamentali, ecco a seguire alcuni consigli.


Partiamo dal dubbio più comune, dalla prima domanda che sorge nella mente di ognuno di noi… come mi vesto?

L’outfit degli sposi

Il galateo chiede alla sposa poche accortezze: essa dovrebbe coprire le spalle in chiesa, indossare un solo gioiello e un piccolo bouquet alla sinistra. I capelli andrebbero raccolti e decorati con il velo di famiglia.


Per lo sposo invece è consigliato indossare il tight o mezzo tight in colori scuri oppure il classico abito da cerimonia a tre pezzi, con camicia bianca e cravatta in seta. È importante ricordare che se un outfit prevede la presenza di un cappello, esso deve essere tolto nel momento in cui si entra in chiesa, qualora il matrimonio fosse celebrato in essa.


L’outfit degli invitati

Per gli invitati, le regole riguardo l’abbigliamento sono le uniche precisate dal galateo. Senza dubbio il bianco è off limits: esso infatti è riservato alla sposa!  Se ricevete un invito alla partecipazione di un matrimonio quindi scegliete altri colori per i vostri abiti. Sarebbe inoltre apprezzabile evitare il nero, spesso associato a un valore negativo: è accettato solo se si tratta di un evento esclusivamente serale.

Inoltre, il bon ton e il buon gusto sconsigliano di vestirsi in modo troppo appariscente: i protagonisti sono gli sposi e non si deve sottrarre loro l’attenzione. Allo stesso tempo però neanche un outfit troppo basic. Bisogna quindi trovare la giusta via di mezzo!

Ora, dopo aver chiarito ogni dubbio sull’abbigliamento, proseguiamo con alcuni accorgimenti riferiti a dettagli più specifici della cerimonia.

Il bouquet

Chi si occupa del bouquet? Lo sposo! Il giorno del matrimonio lo fa recapitare direttamente a casa della sposa, a simboleggiare l’ultimo regalo da fidanzato. Qualora fosse in difficoltà sulla scelta dei fiori, può chiedere consigli alle amiche della sposa.


Nella nostra mente, associato al bouquet, troviamo sicuramente il suo “lancio”. In realtà, prima del taglio della torta, la sposa consegna i fiori nelle mani dell’amica più intima, come augurio di nozze entro l’anno. Solo nel caso in cui le amiche siano più di una si procede al famoso lancio, fatto di spalle e tirando alla cieca in direzione delle invitate.


Il corteo nuziale

Anche per quanto riguarda il corteo c’è un ordine ben preciso che andrebbe seguito. In chiesa per primo deve entrare lo sposo, accompagnato dalla madre o da una parente anziana che si terrà alla sua destra. Entrambi devono aspettare vicino a chi officerà il matrimonio. A questo punto entrano i paggetti e le damigelle e, subito dopo, la sposa al braccio del padre, il quale dovrà sempre essere alla sua destra.


La madre e i testimoni? Essi dovrebbero raggiungere il luogo della cerimonia in anticipo per accogliere gli ospiti, come se fossero i padroni di casa. In particolare, la madre ha un ruolo importante il giorno del matrimonio della figlia: deve assicurarsi che tutti gli invitati si siedano al posto giusto e sarà quindi l’ultima a sedersi.

I gioielli durante la cerimonia

Per tradizione la sposa non porta alcun gioiello. Può indossare solo gli orecchini purché siano molto sobri ed essenziali, ma gli anelli sono vietati. Il bon ton matrimoniale proibisce infatti di indossare anche  l’anello di fidanzamento: la fede deve essere l’unica protagonista sulle mani della sposa e deve poter essere apprezzata senza ulteriori distrazioni.


Il banchetto

A seconda dell’ora in cui verrà celebrata la cerimonia, il galateo richiede soluzioni diverse riguardo il rinfresco. Per i pranzi è preferibile il banchetto ai tavoli con il banco del buffet per gli aperitivi:  in questo caso su ogni tavolo dovrà esserci il menù. Per un evento invece pomeridiano o serale l’ideale è un buffet in piedi.


E la disposizione dei tavoli come deve essere? Per quanto riguarda gli invitati non ci sono regole: essi possono sedersi in base alle loro preferenze oppure a seconda di quelle degli sposi, nel caso in cui predispongano un tableau de mariage con dei segnaposto per ogni tavolo. Il galateo si esprime invece in merito al tavolo degli sposi, con regole di disposizione rispetto ai parenti. La seduta della sposa va alla sinistra del marito e alla sua destra a scalare il padre, la madre e il testimone. Viceversa per lui: sposo, madre, padre e testimone. Se gli sposi invece decidono di sedersi soli in un loro tavolo ogni regola decade.


Rimane un gesto di buona educazione per gli sposi passare tra i tavoli e parlare con tutti gli ospiti durante l’evento.


Ora che siete a conoscenza di questi piccoli accorgimenti siete pronti a vivere il vostro matrimonio o a partecipare all’evento a cui siete invitati con la sicurezza di contribuire a rendere tutto più magico e raffinato, perché ricordate…

                  “Il matrimonio è, e resterà sempre, il viaggio di scoperta più importante che l’uomo possa compiere”
–  Søren Kierkegaard



SEGUICI
OGNI SETTIMANA CONSIGLI PER ORGANIZZARE IL TUO MATRIMONIO PERFETTO!

We work for dream!



Torna ai contenuti